domenica 4 dicembre 2016

LE MIE TAGLIATELLE CON SEPPIE E GAMBERETTI



... Si vede che ho un po' di tempo?
Ne approfitto per "postare" ricettine e foto  salvate sul mio computer.
Proprio a me che piace tantissimo l'ordine (altrimenti non riesco a respirare!), non va l'dea di lasciare appunti, ricette, quaderni, libri, sparsi di qua e di là, in attesa di trovare il loro giusto posto, cioè qui...
Diciamo pure che mi piace pensare che la mia bambina, appena le serviranno, troverà qui riunite tutte le ricettine della sua  mamma e della nonna Anna (con le quali si ricorderà di essere cresciuta...).

Ingredienti
  • 400 g di pasta
  • 500 g di seppie
  • 500 g di gamberetti
  • 500 g di pomodori
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 scatoletta di tonno
  • 3 filetti di acciughe sott'olio
  • sale
  • peperoncino
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • olio extravergine d'oliva
  • mezzo bicchiere di vino biancoSeppie

 Preparazione

  • Sgusciate i gamberetti,  privateli della testa, del filamento nero e sciacquateli.
  • Pulite le seppie e sciacquatele sotto l'acqua corrente.
  • Tritate l’aglio, la cipolla ed il prezzemolo.
  • Soffriggeteli in una casseruola,  aggiungete il tonno sbriciolato e i filetti di acciughe sott'olio.
  • Aggiungete le seppioline  tagliate a listarelle ed i gamberi,  mescolate e abbassate il fuoco.
  • Unite mezzo bicchiere di vino bianco e fate sfumare l'alcool.
  • Unite i pomodori tagliati a dadini,  il sale, un cucchiaino di zucchero e il peperoncino.
  • Fate cuocere a fuoco lento per circa 30 minuti.
  • Lessate la pasta in abbondante acqua salata e scolatela al dente.
  • Conditela con il sughetto preparato, mantecandola per qualche minuto.
  • Aggiungete prezzemolo tritato in ogni piatto.

LE FRITTELLINE SALATE DI PASTA DI PANE DELLA MIA MAMMA

INGREDIENTI
* frittelline di pasta di pane che avrete preparato seguendo la ricetta sul mio blog (sotto la voce frittelline dolci di pasta di pane)
* tonno
*maionese
*carciofini
*giardiniera
PREPARAZIONE
Preparate un composto di maionese, tonno e carciofini e farcite una parte delle frittelline.
Preparate un composto di maionese, tonno e giardiniera e farcite l'altra parte delle frittelline.
Vi consiglio di prepararle come antipasto e vedrete che saranno un successone:
Io, appena le ho preparate, non ce n'erano già più...Che buone!
Grazie mamma, è merito tuo!

sabato 3 dicembre 2016

IL MIO PASSATO DI VERDURE






Minestroni e passati già pronti?
Assolutamente no.
Per me è come se non esistessero.
Prepariamo tutto noi con le nostre manine!

Ingredienti


  • 150 g di patate
  • 100 di lenticchie
  • 100 g di spinaci
  • 100 g di pomodori
  • 150 g di zucchine
  • 150 g di melanzane
  • 1 peperone rosso, 1 giallo, 1 verde
  • 150 g  di carote
  • 100 g di cavolfiore
  • 100 g funghi champignon
  • acqua q.b.
  • grana grattugiato
  • olio d'oliva
  • crostini che avrete nel frattempo preparato.

Preparazione


  • Sciacquare le lenticchie.
  • Tagliare a metà le melanzane e cospargerle di sale per eliminare l'acqua amarognola.
  • Sbucciare tutte le verdure, lavarle, tagliarle a dadini e versarle nella casseruola.
  • Coprire con acqua.
  • Cuocere per circa 50 minuti a fiamma moderata.
  • Salare e frullare tutto con il frullatore ad immersione.
  • Aggiungere in ogni piatto un filo d'olio d'oliva, il grana grattugiato e i crostini che avrete precedentemente preparato.

E' una bella idea se si ha voglia di un piatto leggero.
E' una bella idea se si ha voglia di sentire il calore di "Casa".


PANE ALLE OLIVE





Esiste forse qualcosa di più buono del profumo e del calore del pane appena sfornato?
Sa di Calore, sa di casa... e poi è buono così: senza aggiungere altro, basta sfornarlo ed assaporare
il pane caldo...  Ed è già Emozione...

Ingredienti
  • 500 g farina manitoba
  • 1 bustina di lievito disidratato mastro fornaio
  • 10 g zucchero (2 cucchiaini)
  • 2 cucchiai di olio
  • 100 g olive  denocciolate e tagliate grossolanamente
  • 300 ml acqua tiepida                                   
  • 1 cucchiaino di sale
  • olio d'oliva per spennellare.    

Preparazione

  • 1. Setacciare la farina in una terrina larga e mescolarvi il lievito disidratato.
  • 2. Al centro del mucchio praticare una buca e versarvi zucchero, olio e le olive tagliate.
  • 3. Amalgamare il tutto aggiungendo un po' per volta l'acqua tiepida e il sale.
  • 4. Lavorare l'impasto per almeno 15 minuti.
  • 5. Rimettere l'impasto nella terrina unta con poco olio, coprirlo con la pellicola e porlo a lievitare in luogo tiepido, per almeno 2 ore.
  • 6. Dividere l'impasto in due parti. Formare due grandi panetti, porli sulla  carta da forno e spennellarli con olio.
  • 7. Porre nuovamente a lievitare in un luogo tiepido per circa  30 minuti.
  • 8. Incidere la superficie delle pagnotte formando dei  tagli obliqui con un coltello ben affilato.
  • 9. Cuocere per 25-30 minuti nella parte media del forno preriscaldato a 200°.
  • 10. Durante la cottura, porre nel forno una ciotolina piena d'acqua.

sabato 4 giugno 2016

LA TORTA PAESANA DELLA MIA MAMMA



A questa torta sono legati tanti ricordi della mia adolescenza:
è indimenticabile quando la mia mamma, a grande richiesta, la preparava in cucina, con tutti gli ingredienti intorno ed il profumo di cacao  intenso...
Innanzitutto si tratta della torta paesana, tipica della Brianza.
Ed è qui che ho vissuto per tanti anni: diciamo pure che Monza è la città che mi è rimasta nel cuore, insieme al Lago di Como, che adoro! ... Ne ho una immensa nostalgia...
Ma, torniamo a noi...
Questa è un'ottima torta per la colazione: resiste anche una settimana senza rovinarsi (conservandola in frigorifero).

INGREDIENTI
* 1 kg di pane raffermo
* 3 l di latte
* 5 uova
* 1 confezione di amaretti
* 1 confezione di pinoli
* 1 confezione di uvetta sultanina
* 1 tazza di zucchero (200 g)
* 1 confezione di cacao amaro
* 1 confezione di cacao dolce

PREPARAZIONE
Far ammollare il pane raffermo nel latte per tutta la notte.
Scolare il latte in eccesso e strizzare per bene il pane.
Aggiungere gli amaretti tritati, lo zucchero, le uova, il cacao dolce, il cacao amaro, i pinoli e l'uvetta ammollata e strizzata.
Amalgamare il tutto per bene con le mani, fino ad ottenere un composto omogeneo senza grumi.
Mettere il tutto in una pirofila imburrata e infornare a 180 per 10 minuti e poi a 160 fino a cottura ultimata (occorrono circa 60 minuti, ma fate la prova con lo stuzzicadenti che deve uscire asciutto dopo aver punzecchiato la torta).

venerdì 3 giugno 2016

NOODLES CON VERDURE E GAMBERETTI



Stasera, noodles... spaghetti di riso sottilissimi!
Alzi la mano chi in vita sua non è andato almeno una volta al ristorante cinese...!
Ebbene questi sono i loro spaghetti che sicuramente avrete già assaggiato.
Io adoro la cucina italiana perchè, secondo me, è la migliore del mondo, ma qualche ricettina cinese la voglio proprio postare perchè mi ricorda tanto la mia adolescenza.
Copio la ricettina da un depliant di un famoso supermercato che ha avuto la felice idea di scriverla accanto ai prodotti che pubblicizza.

INGREDIENTI
* 200 g di spaghetti di riso
* 200 g di gamberetti
* 1 cipolla
* 1 zucchina
* 2 carote
* 1 peperone rosso
* 4 cucchiai di salsa di soia
* 1 dado vegetale

PREPARAZIONE
In una padella antiaderente fare riscaldare l'olio d'oliva, gettarvi la cipolla a rosolare e poi nell'ordine le carote, i peperoni e le zucchine tagliate a julienne.
Aggiungetevi del dado per insaporire e continuare a cuocere fino a cottura delle verdure.
Se necessario aggiungere dell'acqua.
Alla fine unire i gamberetti e far saltare per altri 5 minuti.
Nel frattempo cuocere gli spaghetti.
Versarli direttamente nella padella, mescolarli alle verdure e insaporire bene con la salsa di soia.

LE MIE COPPETTE DI ANGURIA


Toglietemi tutto, ma non la frutta, la verdura, il caffè al ginseng e il caffelatte...
Questi sono i miei alimenti preferiti senza i quali non potrei proprio vivere!

INGREDIENTI
* frutta preferita
* 1 piccola anguria
* succo di limone
* succo d'arancia
* succo di mandarino
* succo di anguria
* zucchero di canna

PREPARAZIONE
Lavare la frutta benissimo con acqua e bicarbonato e sciacquarla.
Tagliare a metà l'anguria e svuotarla, conservando succo e frutta.
Praticare delle incisioni lungo il bordo, come nella foto.
Tagliare a pezzetti tutta la vostra frutta preferita.
Mescolare il succo di limone, il succo di arancia, di mandarino, di anguria con lo zucchero di canna e unirlo alla frutta.
Trasferire il tutto all'interno dell'anguria svuotata e mettere in frigorifero.
E' vero che la macedonia è già buonissima "di suo", ma anche "l'occhio vuole la sua parte"...