giovedì 18 agosto 2016

Feelings - Morris Albert



Non ho voglia di postare alcuna ricetta in questo periodo.
Voglio solo fare una riflessione:
è così prezioso e raro "l'Assoluto Feeling" con Qualcuno, a volte nel corso di una vita non accade mai... ma quando accade, quando tra due persone non servono parole e non serve neanche guardarsi
negli occhi,  per "Sentirsi totalmente"... per essere un'Unità... allora, non sciupatelo...

sabato 4 giugno 2016

LA TORTA PAESANA DELLA MIA MAMMA



A questa torta sono legati tanti ricordi della mia adolescenza:
è indimenticabile quando la mia mamma, a grande richiesta, la preparava in cucina, con tutti gli ingredienti intorno ed il profumo di cacao  intenso...
Innanzitutto si tratta della torta paesana, tipica della Brianza.
Ed è qui che ho vissuto per tanti anni: diciamo pure che Monza è la città che mi è rimasta nel cuore, insieme al Lago di Como, che adoro! ... Ne ho una immensa nostalgia...
Ma, torniamo a noi...
Questa è un'ottima torta per la colazione: resiste anche una settimana senza rovinarsi (conservandola in frigorifero).

INGREDIENTI
* 1 kg di pane raffermo
* 3 l di latte
* 5 uova
* 1 confezione di amaretti
* 1 confezione di pinoli
* 1 confezione di uvetta sultanina
* 1 tazza di zucchero (200 g)
* 1 confezione di cacao amaro
* 1 confezione di cacao dolce

PREPARAZIONE
Far ammollare il pane raffermo nel latte per tutta la notte.
Scolare il latte in eccesso e strizzare per bene il pane.
Aggiungere gli amaretti tritati, lo zucchero, le uova, il cacao dolce, il cacao amaro, i pinoli e l'uvetta ammollata e strizzata.
Amalgamare il tutto per bene con le mani, fino ad ottenere un composto omogeneo senza grumi.
Mettere il tutto in una pirofila imburrata e infornare a 180 per 10 minuti e poi a 160 fino a cottura ultimata (occorrono circa 60 minuti, ma fate la prova con lo stuzzicadenti che deve uscire asciutto dopo aver punzecchiato la torta).

venerdì 3 giugno 2016

NOODLES CON VERDURE E GAMBERETTI



Stasera, noodles... spaghetti di riso sottilissimi!
Alzi la mano chi in vita sua non è andato almeno una volta al ristorante cinese...!
Ebbene questi sono i loro spaghetti che sicuramente avrete già assaggiato.
Io adoro la cucina italiana perchè, secondo me, è la migliore del mondo, ma qualche ricettina cinese la voglio proprio postare perchè mi ricorda tanto la mia adolescenza.
Copio la ricettina da un depliant di un famoso supermercato che ha avuto la felice idea di scriverla accanto ai prodotti che pubblicizza.

INGREDIENTI
* 200 g di spaghetti di riso
* 200 g di gamberetti
* 1 cipolla
* 1 zucchina
* 2 carote
* 1 peperone rosso
* 4 cucchiai di salsa di soia
* 1 dado vegetale

PREPARAZIONE
In una padella antiaderente fare riscaldare l'olio d'oliva, gettarvi la cipolla a rosolare e poi nell'ordine le carote, i peperoni e le zucchine tagliate a julienne.
Aggiungetevi del dado per insaporire e continuare a cuocere fino a cottura delle verdure.
Se necessario aggiungere dell'acqua.
Alla fine unire i gamberetti e far saltare per altri 5 minuti.
Nel frattempo cuocere gli spaghetti.
Versarli direttamente nella padella, mescolarli alle verdure e insaporire bene con la salsa di soia.

LE MIE COPPETTE DI ANGURIA


Toglietemi tutto, ma non la frutta, la verdura, il caffè al ginseng e il caffelatte...
Questi sono i miei alimenti preferiti senza i quali non potrei proprio vivere!

INGREDIENTI
* frutta preferita
* 1 piccola anguria
* succo di limone
* succo d'arancia
* succo di mandarino
* succo di anguria
* zucchero di canna

PREPARAZIONE
Lavare la frutta benissimo con acqua e bicarbonato e sciacquarla.
Tagliare a metà l'anguria e svuotarla, conservando succo e frutta.
Praticare delle incisioni lungo il bordo, come nella foto.
Tagliare a pezzetti tutta la vostra frutta preferita.
Mescolare il succo di limone, il succo di arancia, di mandarino, di anguria con lo zucchero di canna e unirlo alla frutta.
Trasferire il tutto all'interno dell'anguria svuotata e mettere in frigorifero.
E' vero che la macedonia è già buonissima "di suo", ma anche "l'occhio vuole la sua parte"...