sabato 4 giugno 2016

LA TORTA PAESANA DELLA MIA MAMMA




A questa torta sono legati tanti ricordi della mia adolescenza:
è indimenticabile quando la mia mamma, a grande richiesta, la preparava in cucina, con tutti gli ingredienti intorno ed il profumo di cacao  intenso...
Innanzitutto si tratta della torta paesana, tipica della Brianza.
Ed è qui che ho vissuto per tanti anni: diciamo pure che Monza è la città che mi è rimasta nel cuore, insieme al Lago di Como, che adoro! ... Ne ho una immensa nostalgia...
Ma, torniamo a noi...
Questa è un'ottima torta per la colazione: resiste anche una settimana senza rovinarsi (conservandola in frigorifero).

INGREDIENTI
* 1 kg di pane raffermo
* 3 l di latte
* 5 uova
* 1 confezione di amaretti
* 1 confezione di pinoli
* 1 confezione di uvetta sultanina
* 1 tazza di zucchero (200 g)
* 1 confezione di cacao amaro
* 1 confezione di cacao dolce

PREPARAZIONE
Far ammollare il pane raffermo nel latte per tutta la notte.
Scolare il latte in eccesso e strizzare per bene il pane.
Aggiungere gli amaretti tritati, lo zucchero, le uova, il cacao dolce, il cacao amaro, i pinoli e l'uvetta ammollata e strizzata.
Amalgamare il tutto per bene con le mani, fino ad ottenere un composto omogeneo senza grumi.
Mettere il tutto in una pirofila imburrata e infornare a 180 per 10 minuti e poi a 160 fino a cottura ultimata (occorrono circa 60 minuti, ma fate la prova con lo stuzzicadenti che deve uscire asciutto dopo aver punzecchiato la torta).