sabato 2 settembre 2017

IL MIO FRITTO MISTO DI PESCE


Caro mio piccolo blog,
eccomi... Non potrei mai starti lontano:  tu lo sai che appena posso passo di qui.
Oggi voglio parlarti del mio fritto misto di pesce, di tutte le cose che ho imparato, volta per volta, per ottenere un fritto croccante ed asciutto.
"I trucchetti" li ho elencati qui: sono pochi,  ma vanno rispettati rigorosamente tutti, altrimenti non vi garantisco la stessa croccantezza.

GLI INGREDIENTI

  • 1 kg di pesce (gamberi, totani, polipetti, calamari e pesciolini)
  • semola rimacinata di grano duro,
  • 2 l di olio di semi di arachidi
  • sale fino

PREPARAZIONE
  • Pulire ed eviscerare il pesce che deve essere ASSOLUTAMENTE fresco di giornata con il colore  vivace.
  • Lavare poi con cura tutti i tipi di pesce scelto in acqua leggermente salata, quindi asciugarli delicatamente e bene con della carta assorbente.
  • L’olio deve essere abbondante ed il pesce deve essere  interamente sommerso nell’olio perché frigga in maniera adeguata.
  • La temperatura dell’olio è fondamentale: all’inizio la temperatura deve essere circa 190°C e durante la frittura non deve scendere mai sotto i 160°C.
  • Utilizzare una padella profonda; va benissimo la wok, perché è a cono.
  • Per l’infarinatura è meglio usare la farina di grano duro perché  rende  il fritto misto più croccante e dorato.
  • Versare la farina sul pesce asciutto e pulito e mescolare con le mani fino a ricoprirlo per bene.
  • Porre il pesce infarinato nello scolapasta e dare dei piccoli colpetti per eliminare la farina  in eccesso.
  • Tra l’infarinatura e la frittura non deve trascorrere troppo tempo, altrimenti i cibi si inumidiranno.
  • Friggere 100 g di pesce alla volta, dividendolo per specie.
  • Immergete i pesci uno alla volta e non tutti insieme, per non farli attaccare tra loro.
  • Il pesce va fritto in pochissime quantità alla volta, altrimenti si appiccica e fa anche raffreddare l’olio, rovinando tutta la frittura.
  • Alzare la fiamma quando si immerge il pesce nell'olio.
  • Man mano che il pesce sarà dorato da entrambe le parti, prenderlo con un mestolo forato e poggiarlo su carta assorbente.
  • Metterlo poi in una teglia di alluminio foderata con uno strato di carta paglia,  in forno preriscaldato a 60°C per tenerlo caldo, in attesa che tutta la frittura sia pronta.
  • Salare solo alla fine e gustare subito, irrorando con succo di limone.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...