lunedì 4 settembre 2017

LA MIA MARMELLATA DI LAMPONI



E qui, vale sempre il solito discorsetto per le conserve: preparo un solo vasetto da porre in frigorifero e da consumare rigorosamente nell'arco di una settimana per evitare il rischio botulino sempre in agguato.
Comunque questa è una delle mie marmellate preferite, insieme a quella di frutti di bosco e a quella di fragole.
Volevo aggiungere che alcuni, in questa preparazione tolgono i semini, ma io preferisco non gettare via alcuna parte dei lamponi:  mi sembrerebbe di privarli di qualcosa che gli appartiene...  e che quindi fa bene pure a noi...

INGREDIENTI
  • 1 kg di lamponi
  • 1 limone
  • 600 g di zucchero di canna

PREPARAZIONE
  • Sciacquate delicatamente i lamponi in acqua fredda e scolateli.
  • Metteteli in una pentola a fondo pesante o antiaderente.
  • Aggiungete il succo di limone filtrato e lo zucchero e lasciate riposare tutta la notte in frigorifero.
  • Mettete sul fuoco e fate cuocere a fuoco dolce per circa 45 minuti mescolando ogni tanto con un cucchiaio di legno.
  • Per verificare che la consistenza sia giusta fate la prova piattino: ponete un cucchiaino di marmellata su un piatto freddo, dovrà aderire senza scivolare.
  • Versate la marmellata ancora calda nei vasetti caldi sterilizzati e perfettamente asciutti.
  • Chiudeteli con un tappo nuovo e capovolgeteli. Girateli solo quando i vasetti non si saranno raffreddati.
  • Se volete pastorizzare la marmellata, immergete i vasetti avvolti in tovaglioli in acqua fredda coprendoli completamente con almeno 6 cm di acqua. Portate a ebollizione e fate bollire per 25 minuti. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare nell’acqua.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...