venerdì 11 maggio 2018

Insalata di seppioline con verdure grigliate






La ricettina questa volta la trovate proprio in fondo a questo lungo, ma importante, post.

Sono sempre stata convinta che "siamo quello che mangiamo" e infatti ho sempre cercato di comportarmi di conseguenza... ed è anche da un pò che volevo scrivere questo post, ma poi per mancanza di tempo, ho sempre rimandato... ma, stamattina mentre facevo le pulizie, una telefonata della mia mamma mi ha invitato a seguire un programma in televisione sull'artrosi... E certo che lo volevo sentire! Ultimamente penso spesso a come si potrebbe prevenire questa malattia degenerativa e invalidante delle ossa. Mi chiedevo se con un corretto stile di vita e alimentare si potesse cercare di evitare  "questa spada di damocle" con cui tutti, prima o poi, dovremmo fare i conti... 
Ho letto che  anche dopo i 40 anni alcune persone cominciano ad avvertire i primi sintomi  e dato che io li ho già superati e non ho mai sentito dolore (grazie a Dio 💖 ), vorrei continuare così... 🙏  Visto che  credo nella prevenzione, anche a tavola, mi sono documentata e riporto qui un testo tratto da "Vivere sani" che riguarda proprio la prevenzione dell'assottigliamento della cartilagine che incide sull'insorgenza di questa patologia, sperando che sia utile anche a voi, prima o poi... 😗

"Una dieta adeguata permette di prendersi cura, rinforzare e rigenerare in modo naturale questa parte del corpo. Un’alimentazione bilanciata, volta a raggiungere questi obbiettivi, dovrebbe includere i seguenti nutrienti:
  • Vitamine A, C e D
  • Calcio
  • Lisina
  • Fosforo
  • Fluoro
  • Magnesio
  • Proteine
È molto importante anche bere molta acqua, per poter idratare a dovere le cartilagini e le articolazioni. Non dimenticate quindi di assumere 2 litri di acqua al giorno.Parlando di nutrienti necessari per mantenere le cartilagini in salute e trattarle in caso di fastidio o dolori, vogliamo ricordarvi i seguenti:

Lisina

Questo composto è in grado di evitare la fatica e facilitare il recupero dei danni. La dose consigliata è di 12 mg/ per kg di peso. Quali sono le migliori fonti di lisina?
  • Legumi
  • Uova
  • Baccalà
  • Soia
  • Formaggi
  • Frutta secca
  • Lievito di birra

 Vitamina C

Si tratta di un potente antiossidante in grado di aumentare le nostre difese, oltre a produrre collagene in modo naturale. Questo significa che aiuta a rigenerare i tessuti connettivi, permette di migliorare il funzionamento dei vasi sanguigni e il trasporto di ossigeno da parte del flusso sanguigno, che è il responsabile del recupero delle lesioni. Tra gli alimenti che contengono maggiori quantità di vitamina C ricordiamo:
  • Arance
  • Pomodori
  • Ananas
  • Pesche
  • Cavolo
  • Fragole
  • Kiwi
  • Cipolle
  • Peperoni
  • Lattuga
  • Mandarini
  • Uva
  • More
Le dosi minime raccomandate sono di 75 mg per le donne e di 90 mg per gli uomini.

Vitamina D

L’esposizione alla luce solare è il miglior modo per apportare vitamina D al nostro organismo. Essa contribuisce a migliorare la mobilità delle articolazioni e, inoltre, previene malattie come l’osteoporosi e l’artrite, oltre ad evitare problemi alle cartilagini.
Anche l’alimentazione può apportarci notevoli quantità di vitamina D. Le maggiori fonti di questo nutriente sono:
  • Pane integrale
  • Latte
  • Cereali integrali
  • Salmone
  • Ostriche

Collagene

Questa proteina struttura i tessuti cartilaginei, i tendini e le ossa. Diversi studi hanno permesso di giungere alla conclusione che facilita l’unione tra tutti questi. Il modo più semplice per apportare collagene all’organismo consiste nel mangiare gelatina. Ma attenzione, dovrà essete povera di calorie, perché nel caso contrario lo zucchero ridurrà le proprietà del collagene.
Nel caso si utilizzino i fogli di gelatina neutri, inoltre, è possibile preparare svariati piatti, tanto dolci quanto salati. È perfetta per rigenerare le cartilagini dei fianchi e delle ginocchia. La quantità indicata al giorno è di 10 gr. Se assunta in modo regolare, potrebbe eliminare completamente i sintomi dell’osteoartrite.

Spezie e piante antinfiammatorie

Per poter rigenerare una cartilagine o un’articolazione, è necessario assumere una certa quantità di erbe e spezie. Tra le prime ne ricordiamo due: il salice e l’artiglio del diavolo. Tra le seconde, lo zenzero e la curcuma. Aggiungerle ai vostri piatti e tisane vi aiuterà a migliorare la mobilità e la flessibilità delle estremità.  

Acidi grassi omega3

Per rinforzare le cartilagini, soprattutto quelle delle ginocchia, dovete limitare il consumo di grassi saturi (ad esempio quelli contenuti nei cibi pronti) e sostituirli con proteine magre (tofu, fagioli, ecc.) e acidi grassi Omega 3. Questi ultimi permettono di ridurre l’infiammazione cronica. Le principali fonti di questo nutriente sono:
  • Tonno
  • Frutti di mare
  • Sardine
  • Molluschi
  • Spinaci
  • Cicoria
  • Cavolo riccio
  • Bietole
  • Semi di canapa
  • Semi di chia
  • Semi di zucca
  • Sacha Inchi
  • Olio di semi di lino
  • Olio di pesce."



E adesso, dopo queste notizie importanti, la mia ricettina semplice semplice... 😋


INGREDIENTI

  • 1 kg di seppioline
  • 1 melanzana violetta
  • 3 zucchine
  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo
  • sale rosa
  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota
  • pomodorini
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • olio d'oliva
  • peperoncino
  • prezzemolo


PREPARAZIONE

  • Mettere a cuocere le seppioline in acqua fredda con un gambo di sedano, una carota, mezzo bicchiere di vino bianco e farle bollire per 30 minuti circa. 
  • Mondare, lavare e affettare le zucchine, la melanzana e i peperoni.
  • Grigliare le verdure e tagliare i pomodorini.
  • Scolare  le seppioline e unirle alle verdure tagliate a dadini.
  • Condire con olio d'oliva, sale rosa, succo di limone, un pizzico di peperoncino e prezzemolo tritato.
  • Lasciare riposare in frigorifero  per almeno 1 ora. 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...